4 commenti su “Vestiamo la bellezza della Calabresità facendo sistema”

  • Io stó con i Calabresi e la Calabresità!
    In buona sostanza ed estrema sintesi a commento dello scritto o riflessione del Sociologo Calabrese Francesco RAO, mi sento di poter affermare che;
    “LA CALABRESITÀ È UN VALORE UMANO
    UNIVERSALE, INALIENABILE, IMPRESCRITTIBILE E INUSOCAPIBILE,?COSI COME UN BENE PUBBLICO COMUNE ALL’UMANITÀ SOTTOPOSTO A PROTEZIONE UNESCO.”
    La Calabresità non è un peccato originale ma un Dono che Dio Padre, ha voluto consegnare a un Popolo che ha passato tra mille sofferenze umane, tutte le pene del fuoco dell’inferno, terremoti devastanti, alluvioni disastrose, invasioni interminabili, dominatori e conquistatori assetati di sangue, cattiverie infinite, predatori insaziabili ed altro indicibile . Leggete la storia della nostra Calabresità troverete molte informazioni che vi faranno mutar pensiero!
    Vi voglio bene Calabresi, ovunque Voi siate vicini e lontani.
    Emilio Errigo

    • Carissimo amico mio,
      con il trascorre del tempo ed alla luce della crescente forma di disinteresse, siamo in tantissimi ad accorgerci quanto sia indispensabile agire in fretta. Con rammarico e dispiacere, mi accorgo quanto si facile far passare nell’immaginario collettivo il sentimento di sfiducia. Quando Antonino Caponnetto, nei minuti successivi alla strage di via d’Amelio, rilasciò le pochissime battute per l’intervista raccolta a caldo da un cronista disse: è finito tutto. Quelle parole furono struggenti e lasciarono l’amarezza e la paura per il domani ma contemporaneamente diedero a moltissime donne ed uomini delle istituzioni quell’energia indispensabile per andare avanti nelle indagini che fecero registrare numerosi arresti e nel praticare le varie disposizioni normative. Anche noi, alla luce della rassegnazione dobbiamo reagire scrivendo, parlando, confrontadoci e contribuendo a far crescere il desiderio di superare la stagnazione sociale alla quale sembriamo essere destinati, occorre costruire giorno dopo giorno la bellezza della libertà e del progersso, nei rapporti interpersonali, nei luoghi di lavoro, con gli amici, con i conoscenti e soprattutto con il nostro prossimo. L’idea da promuovere dovrebbe essere quella che vede il futuro nelle mani e nelle gambe di tutte quelle persone di buona volontà intenzionate a non fermarsi nemmeno quando stanchezza prende il sopravvento. Andiamo avanti, troveremo la vita ad attenderci. Grazie amico mio, è sempre un piacere alimentare il confronto.
      A presto

  • Ringrazio Francesco Rao per i suoi scritti e per la sua voglia di riscatto sociale, atto che dovremmo fare tutti noi dando voce a terre bellissime come quelle del Meridione, dando luce e spazio alle bellezze e all’essere per bene di milioni di meridionali…passatemi il termine TERRONE perché lo sono e ne vado fiero! Da napoletano lancio, parafrasando Francesco, un grido al quale spero si uniscano milioni di persone per bene… Di TERRONI per bene… VESTIAMO LA BELLEZZA DEL MERIDIONE FACENDO SISTEMA!!!

    • Buon pomeriggio Alessandro e grazie di vero cuore per la cordiale amicizia e stima. I sogni, per poterli avverare, dovranno essere di tutti.
      A presto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *